Che belli gli anni 90! Le sale giochi. Il NES. Il Sega mega drive. Nostalgia canaglia? No, dai. Oggi vediamo come costruirci una consolle retrogaming utilizzando il nostro raspberry. L’installazione è molto semplice, è esattamente come installare raspbian, cambia solo l’immagine che si chiama retropie da installare, che scarichiamo da qui.

Carichiamo l’immagine scaricata su una microsd  da almeno 16Gb con win32 disk imager. Una volta finito, inseriamo la scheda su raspberry e accendiamolo.

Procedura veloce per la scrittura dell’immagine retropie su raspberry

Ora che retropie parte, spegniamo e inseriamo di nuovo la microsd in un pc. Si aprirà la partizione di boot, leggibile anche da windows e apriamo il file config.txt.

Il nostro scopo è quello di aumentare le performance della nostra consolle, in modo da non avere lag durante i giochi più impegnativi. Cerchiamo la riga che dice

#uncomment to overclock the arm. 700 MHz is the default.

e modifichiamola con questo codice qui.

Riaccendendo raspberry, colleghiamo un gamepad usb e configuriamolo tramite la procedura guidata. Abilitiamo il wifi da raspi-config -> network options -> WiFi. Inserite SSiD della vostra rete, la password e confermate. Abilitiamo anche la connessione ssh, sempre da raspi-config -> interfacing-options e abilitate ssh.

Tramite ssh colleghiamoci al raspberry e configuriamo le shadows per migliorare la visualizzazione dei giochi per ps1:

e abilitiamo i seguenti parametri:

A questo punto copiamo le rom, che vanno nella cartella /home/pi/RetroPie/roms. Ogni consolle ha la sua cartella e se tutto è giusto vi apparirà la consolle sulla lista. Se non dovesse apparire la voce provate a riavviare la consolle, se ancora non appare provate a sostituire il bios nella cartella /home/pi/RetroPie/Bios con un altra versione.

Vi ricordo che potete acquistare il kit raspberry con scheda da 16Gb alimentatore e custodia direttamente da qui:

[Progetto] Costruiamo una stazione di retrogaming con raspberry
Tag:                 

Rispondi